Territorio e agricoltura

Sarà Potenza "ad ospitare il mercato contadino al coperto di 'Campagna Amica' che stabilmente, ogni fine settimana, aprirà le porte per il momento ai consumatori locali per poi offrirsi come punto di riferimento ai visitatori che soggiorneranno in Basilicata per tutto il 2019, anno in cui Matera sarà capitale europea della cultura".
La decisione "è stata presa - è evidenziato in un comunicato diffuso dall'ufficio stampa dell'organizzazione di categoria - lo scorso fine settimana a Roma, in occasione della trasferta della delegazione della Coldiretti lucana che ha visitato il mercato del Circo Massimo dove, ogni week-end, affluiscono mediamente diecimila visitatori equamente ripartiti tra residenti che fanno la spesa settimanale e turisti che fanno shopping alimentare di prodotti tipici locali, a chilometro zero perché provenienti dalle campagne romane".

di Ansa Basilicata

La Basilicata tra il 2015 ed il 2016 ha incrementato la superficie agraria utile coltivata in biologico di oltre il 91% portandosi a 95.371 ettari, secondo il Sinab, molti di più di una regione come la Campania, che pure conosce uno sprint di oltre il 144%. E la Lucania punta molto su questa rapida e importante conversione.
"Cibo di qualità, sicuro, che fa bene e rispetta l'ambiente. Questa l'equazione che c'è dietro la scommessa del bio in Basilicata" dice Luca Braia, assessore regionale alle Politiche agricole e forestali.

"La Basilicata del biologico - prosegue l'assessore - dopo essere stati regione dell'anno nel 2016, è stata presente per il terzo anno consecutivo con uno stand collettivo coordinato dal Dipartimento Agricoltura, dal 9 al 12 novembre a Bolzano al Biolife, fiera specializzata nel biologico, con tre consorzi beneficiari della Misura 3.2 relativa alla promozione del Psr Basilicata 2014-2020 e due aziende”.

L'avanzamento del biologico è frutto degli effetti della scelta di politica agricola territoriale che, con il Programma di sviluppo rurale della Basilicata 2014-2017, ha investito oltre 87 milioni di euro, proprio sul sostegno dell'agricoltura biologica, caratterizzando di conseguenza la qualità dell'agroalimentare lucano nelle dimensioni della sostenibilità e della salute. 

“A Bolzano - sottolinea Braia - abbiamo portato ancora una volta unapresenza collettiva e corale, con uno stand di impatto che racconta un intero territorio e le sue produzioni e un paniere di prodotti lucani bio composto da miele lucano, pasta di farro, cereali, legumi, ortaggi, peperoni cruschi, salumi, tartufo e olio extravergine d'oliva anche da gustare”.

“Con l'incremento significativo di consumo di prodotti biologici nazionali – conclude Braia - siamo convinti che la Basilicata possa e debba sicuramente guadagnare uno spazio di mercato in cui le eccellenze nel biologico, aggregate magari in un paniere territoriale da offrire ai consumatori, siano conosciute e riconosciute”.

di AgroNotizie

 

Our Staff

 Giambattista Mazzei
Presidente Regionale
presidente@ ...
 Otello Carrieri
Vice Presidente Regionale
postmaster@ ...
Grazia Maria Moramarco
Responsabile Tecnico
moramarco@ ...
 
Feed non trovato
Feed non trovato