Banche e servizi finanziari

LEGA CONSUMATORI BASILICATA

COMUNICATO STAMPA

 

Arrivano le prime pronunce dell’Arbitro per le Controversie Finanziarie favorevoli ai risparmiatori lucani danneggiati dalla vendita delle azioni Veneto Banca da parte di Banca Apulia.

Questa è la conferma - dicono Giambattista Mazzei, Presidente Lega Consumatori Basilicata e l’Avv. Maria Stella Anastasi, Vice Presidente Nazionale Lega Consumatori (che ha assistito i risparmiatori danneggiati) - che bene abbiamo fatto a suggerire agli utenti di ricorrere all’Arbitro per le Controversie Finanziarie, istituito nel 2017 presso la Consob.

Presentazione

Una donna entra con la testa bassa in uno dei tanti sportelli di assistenza consumatori presenti in Basilicata. Appartiene alla categoria dei consumatori fragili. Una parola delicata per indicare chi non riesce a pagare le bollette.

Anche nella terra del petrolio il loro numero sta crescendo in maniera esponenziale, tanto che la Lega Consumatori Basilicata dal mese di febbraio 2017 ha avviato presso i propri sportelli un’iniziativa di consulenza gratuita finalizzata al binomio consumo intelligente – risparmio.

Per semplificare si potrebbe dire che i «consumatori fragili» sono una sotto-categoria dei «nuovi poveri» ormai digeriti dal lessico quotidiano e censiti di anno in anno dall’Istat. Dietro a numeri asettici ci sono storie di vita quotidiana come quelle dei «consumatori fragili», appunto, o dei cassintegrati per cui anche la precedente condizione di capifamiglia di un nucleo monoreddito.

L’appello del Vescovo di Potenza, ci mostra il suo «termometro». Segnala la febbre quotidiana di chi perde la dignità e si rivolge agli sportelli a difesa dei consumatori. Una mappatura continua che si affianca alla meritoria attività di soggetti come la Caritas che sostengono materialmente gli indigenti o gli «incapienti», altro termine brutale ma efficace.

UniCredit S.p.A., Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. e Intesa San Paolo S.p.A. sono state sanzionate dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato per aver messo in atto pratiche commerciali scorrette. L’ammontare complessivo della multa è di 11 milioni di euro.

Le tre banche hanno adottato condotte aggressive, in violazione degli articoli 24 e 25 del Codice del Consumo, aventi ad oggetto la pratica dell’anatocismo bancario, ovvero il calcolo degli interessi sugli interessi a debito nei confronti dei consumatori.

Queste condotte sono state poste in essere in un quadro normativo in evoluzione che attualmente ne consente l’applicazione solo ed esclusivamente per gli interessi che il cliente autorizzi preventivamente ad addebitare sul conto corrente. In tale contesto, ad esito dell’attività istruttoria, è emerso che le banche hanno attuato una politica di forte spinta all’acquisizione delle autorizzazioni all’addebito in conto corrente nei confronti della clientela adottando varie strategie con le quali i clienti sono stati sollecitati a concedere l’autorizzazione, nel presupposto che l’addebito in conto corrente degli interessi debitori fosse il modus operandi ordinario e senza considerare le conseguenze di tale scelta in termini di conteggio degli interessi sugli interessi debitori.

Caro associato, abbiamo il piacere di annunciarti che dal 1° luglio 2017 è entrato in vigore il Protocollo di conciliazione paritetica con Assofin, l'associazione che raggruppa la maggior parte delle società finanziarie che erogano credito al consumo ai privati.

L'esigenza di diffusione delle informazioni relativi all'attivazione di questo servizio di tutela della Lega dei Consumatori deriva anche dall'aumento della particolare richiesta di assistenza dei cittadini proprio per i servizi finanziari.

Di seguito troverai tutte le informazioni relative alla conciliazione e al come rivolgerti ai nostri sportelli.

Our Staff

 Giambattista Mazzei
Presidente Regionale
presidente@ ...
 Otello Carrieri
Vice Presidente Regionale
postmaster@ ...
Grazia Maria Moramarco
Responsabile Tecnico
moramarco@ ...
 

Help Consumatori

l'agenzia delle associazioni dei consumatori
Feed non trovato