Turismo

L'art. 47 del Codice del Turismo (d.lgs. 79/2011) definisce il "danno da vacanza rovinata" come "un risarcimento del danno correlato al tempo di vacanza inutilmente trascorso ed all'irripetibilità dell'occasione perduta", a patto che l'inadempimento sia "di non scarsa importanza" (art. 47).
Il danno da vacanza rovinata invece consiste proprio nella perdita di un'occasione di relax.
Prima del d.lgs. 79/2011, tale voce di danno veniva genericamente ricondotta all'art. 2059 c.c. che disciplina proprio il danno non patrimoniale. (Fonte: http://www.diritto24.ilsole24ore.com/art/dirittoCivile/responsabilita/2015-07-29/danno-vacanza-rovinata-111418.php )

Ritardi, smarrimento del bagaglio, promesse non mantenute da parte dell’agenzia di viaggio, sono molte le brutte sorprese in agguato per chi si mette in viaggio. Per fortuna, i diritti dei passeggeri e dei consumatori non vanno mai in vacanza. Quindi, se qualcosa durante un viaggio va storto, la prima regola da ricordare è quella di documentare tutto: ci sono ottime possibilità di ottenere dei rimborsi.

Our Staff

 Giambattista Mazzei
Presidente Regionale
presidente@ ...
 Otello Carrieri
Vice Presidente Regionale
postmaster@ ...
Grazia Maria Moramarco
Responsabile Tecnico
moramarco@ ...
 

Help Consumatori

l'agenzia delle associazioni dei consumatori
Feed non trovato